Le fratture sono una tipologia di infortunio molto comune nella popolazione e tra le zone più soggette troviamo il polso e il bacino. Nella maggior parte dei casi, la soluzione migliore per accelerare la calcificazione ossea, è tramite l’ingessatura dell’arto che ha subito l’infortunio.

In questo modo è possibile assicurare una corretta guarigione dell’osso e garantire un recupero più veloce e immediato.

Vediamo quindi in che modo è possibile intervenire sulla frattura per ritrovare il benessere del corpo in poco tempo.

Calcificazione ossea: come gestire la frattura

La prima cosa da fare quando si verifica la frattura di un osso è recarsi al pronto soccorso. Indipendentemente dalla gravità dell’infortunio, è molto importante intervenire in modo tempestivo sulla frattura per garantire una diagnosi certa e affidabile.

I sintomi tipici di una frattura ossea sono:

  • Dolore intenso;
  • Deformazione dell’osso;
  • Difficoltà di movimento;
  • Formicolio e sensazione di torpore;
  • Ematoma e gonfiore.

Durante la visita, il medico provvederà a diagnosticare la frattura per valutare l’entità del danno e la terapia più indicata al paziente. In genere quando si tratta di piccole fratture, una radiografia potrà aiutare a capire la soluzione giusta per essere trattata. Nel caso di fratture complesse invece, ad esempio quando sono presenti numerosi frammenti ossei, la pelle è lacerata o l’osso è disallineato, potrebbe rivelarsi necessario un intervento chirurgico.

A questo punto, per velocizzare la calcificazione ossea, si procede con l’immobilizzazione dell’arto con il gesso o la vetroresina. Dopo circa 3-7 giorni si procede con l’applicazione del gesso vero e proprio. In questo modo il gonfiore iniziale sarà passato e l’articolazione sarà tornata alle sue dimensioni naturali. Il gesso si tiene dalle 4 alle 12 settimane, in base alla gravità della frattura.

In alternativa, il medico può decidere di utilizzare un gesso funzionale o un tutore per favorire la calcificazione dell’osso, soprattutto nel caso di fratture semplici. Ad esempio, i tutori per il polso Ro+Ten, si distinguono per la loro efficacia nel combattere distorsioni, fratture, tendiniti, artrosi e ogni tipologia di lesione al polso.

Polfit17 polsiera apribile con presa pollice - RO+TEN
Polfit17 polsiera apribile con presa pollice – RO+TEN

In genere la terapia prescritta dal medico prevede anche farmaci antinfiammatori che, oltre a ridurre l’infiammazione, alleviano il dolore e aiutano a superare con più serenità il periodo di convalescenza.

Consigli per una corretta calcificazione

Per velocizzare la calcificazione ossea è importante eseguire alcune procedure a casa che ti permetteranno di riacquistare presto le tue abitudini quotidiane.

Ecco i nostri consigli per una corretta guarigione:

  • Prenditi cura della medicazione, in particolare quando fai la doccia. Per non bagnare il gesso ti consigliamo di avvolgerlo in un sacchetto che lo terrà al sicuro, lontano dall’acqua.
  • Assumi i nutrienti necessari per favorire la calcificazione. In particolare il calcio e il magnesio, contenuti nei latticini, nel pesce e in numerosi alimenti.
  • Scegli integratori alimentari ricchi di vitamine e sali minerali utili per favorire la rigenerazione ossea.
  • Tieni a riposo e applica del ghiaccio per ridurre il dolore e l’infiammazione. Questo è importante anche quando la parte è stata ingessata o steccata.

Una soluzione ideale per posizionare il ghiaccio sull’arto è tramite una pratica borsa termica. Come ad esempio la borsa del ghiaccio in tessuto Kyara, dotata di chiusura ermetica per garantire una maggiore durata della temperatura.

Borsa del ghiaccio tessuto spinato - KYARA
Borsa del ghiaccio tessuto spinato – KYARA

A questo punto sei pronto per gestire al meglio ogni frattura!

Visita la pagina del nostro shop online dedicata ai prodotti ortopedici utili per fornire il giusto supporto alle articolazioni. Scegli la soluzione più giusta per te e ritrova il benessere in poco tempo!