Il misuratore di pressione è uno strumento indispensabile per individuare la pressione arteriosa di un individuo e viene usato sia in campo medico che privato. Infatti, grazie a questo strumento è possibile ottenere informazioni sulla pressione sanguigna sia sistolica, anche definita pressione massima, che diastolica, anche nota come pressione minima.

Esistono diverse tipologie di misuratori di pressione suddivisi in base alle funzioni. Puoi scegliere un misuratore manuale e analogico oppure un misuratore elettronico e automatico.

In questo articolo vogliamo parlarti del misuratore di pressione da polso, delle sue funzionalità e perchè acquistarlo. Continua a leggere!

Differenze tra i misuratori di pressione

Come abbiamo detto, in commercio esistono diverse tipologie di misuratori di pressione che possiamo distinguere in base alle funzionalità. I misuratori manuali e analogici sono dispositivi che funzionano manualmente e richiedono  particolari competenze e conoscenze da parte dell’operatore che esegue il controllo della pressione.

I misuratori elettronici e automatici invece, comprendono tutti i misuratori di pressione che consentono di rilevare i valori pressori in maniera del tutto automatizzata. I misuratori di pressione a polso fanno parte di questa categoria.

La scelta sul tipo di misuratore da acquistare dipende da numerosi fattori. Ad esempio, le esigenze dell’individuo, la semplicità d’uso e le conoscenze dell’operatore che eseguirà le misurazioni, solo per citarne alcune. Anche il costo può influire sulla scelta del misuratore di pressione da acquistare poichè alcuni modelli, soprattutto quelli di ultima generazione e con numerose funzioni, possono raggiungere costi piuttosto alti.

A cosa serve il misuratore di pressione?

Il misuratore di pressione è uno strumento che permette di determinare la pressione sanguigna arteriosa di un soggetto. Grazie al dispositivo possiamo rilevare la pressione sanguigna massima e minima.

Generalmente il misuratore di pressione fornisce valori pressori in millimetri di mercurio (mmHg) che, una volta confrontati con il range di valori ritenuti normali, fornisce indicazioni preziose che riguardano lo stato di salute del soggetto.

Non a caso, la pressione sanguigna arteriosa viene considerata come uno dei parametri vitali più importanti.

Il misuratore pressione elettronico

Una delle funzioni più importanti del misuratore di pressione elettronico è quello di determinare i valori di pressione arteriosa in modo automatizzato. Il suo funzionamento è piuttosto semplice. Il soggetto non deve fare altro che posizionare e allacciare il manicotto sul braccio o sul polso e premere l’apposito tasto che consente di avviare lo strumento.

In genere i misuratori di pressione elettronici sono dotati di un manicotto con camera d’aria e un apparecchio elettronico collegato con un tubo di gomma al manicotto. Questo svolge molteplici funzioni, come:

  • Il gonfiaggio e lo sgonfiaggio del manicotto,
  • La raccolta dei dati grazie a un apposito sensore,
  • L’elaborazione dei dati,
  • La visualizzazione dei valori pressori sul display digitale.

Infine, la maggior parte dei modelli di misurazione elettronici rilevano e forniscono indicazioni anche sulla frequenza cardiaca del soggetto.

Il misuratore di pressione da polso

Il misuratore di pressione da polso è considerato una variante del misuratore di pressione elettronico classico da braccio. È dotato di manicotto ancora più semplice da utilizzare e per questo viene consigliato per un utilizzo domestico.

Infatti, il misuratore da polso va allacciato direttamente al polso e in questo modo sarà in grado di determinare la pressione arteriosa. Senza dubbio è il modello più semplice e pratico da usare, non richiede particolari abilità e può essere usato da tutti i pazienti.

È bene considerare però che questo tipo di strumento è suscettibile di piccoli errori legati per lo più ai movimenti e alla posizione del polso durante la determinazione. Se si sceglie questo tipo di misuratore è importante seguire attentamente le indicazioni su come posizionare il polso in fase di analisi.

Misuratore manuale o elettronico: quale conviene?

La scelta di acquistare un misuratore di pressione elettronico invece di uno manuale dipende principalmente dalle conoscenze e dalle capacità di chi effettua le misurazioni.

Come detto infatti, il misuratore di pressione manuale non è immediato e richiede una buona manualità, la conoscenza dello strumento e la capacità di eseguire l’auscultazione dell’arteria brachiale, in questo modo si possono evitare errori ed è possibile garantire una corretta determinazione dei valori.

Ecco perchè, nonostante l’elevata precisione dei misuratori manuali, si sconsiglia l’acquisto per la misurazione domestica della pressione, soprattutto da parte d’individui inesperti. In questo caso è preferibile optare per misuratori elettronici automatici. Questi modelli sono più semplici e intuitivi da utilizzare e non richiedono conoscenze o particolari abilità, eccetto per il corretto posizionamento del manicotto e per l’adozione di piccoli accorgimenti per evitare misure imprecise.

Stai cercando un misuratore di pressione per uso domestico? Sul nostro sito puoi trovare i modelli migliori. Visita la pagina dedicata ai prodotti Wireless iHealth!