Come combattere i dolori cervicali

Il dolore cervicale, anche chiamata cervicalgia, è un disturbo molto comune che comprende numerosi sintomi di diversa natura. Il tratto cervicale è uno dei punti più delicati del corpo e per questo è soggetto a particolari traumi causati da fattori molto diversi tra loro.

L’origine della sindrome cervicale è dunque piuttosto varia. I dolori possono interessare le strutture ossee, muscolari, nervose, vascolari del tratto cervicale della colonna vertebrale.

Vediamo insieme come combattere i dolori e riacquistare la serenità quotidiana.

Leggi tutto

Condividici su:

Supporto reggibraccio per gesso pediatrico

Il gesso è un dispositivo medico usato per sostenere e proteggere le ossa e i tessuti molli che hanno subito una lesione. In genere, quando si rompe un osso, il medico cerca di rimettere assieme i pezzi rotti e di mantenerli fermi nella corretta posizione fino a quando non sarà guarito.

Il gesso è indispensabile per tenere ferme le ossa e per questo viene utilizzato piuttosto di frequente in ortopedia, sia per i grandi che per i piccoli. Quando il gesso viene applicato al braccio esistono dei supporti reggibraccio pensati appositamente per alleggerire il peso del gesso.

Scopriamo insieme quali sono i supporti reggibraccio per gesso pediatrico più ergonomici e funzionali.

Leggi tutto

Condividici su:

Pedaliera per fisioterapia: guida alla scelta

La pedaliera elettrica, chiamata anche mini cyclette o mini bike, è uno strumento molto usato sia in ambito fitness che durante le sedute di fisioterapia riabilitativa.

Le sue funzioni principali sono quelle di una comune cyclette ma, grazie alla sua particolare struttura, è molto più leggera e meno ingombrante.

Vuoi acquistare una pedaliera elettrica? Segui i nostri consigli!

Leggi tutto

Condividici su:

Come fare il bagnetto del bambino

Fare il bagnetto al bambino è un’impresa complessa quando si è neogenitori. La prima cosa da fare è abbandonare ogni paura e affrontare il momento del bagnetto in modo semplice. Ricordiamo sempre che è un momento di relax per il piccolo e quindi è importante non trasmettergli ansie o stress.

In questo articolo vogliamo darti alcuni consigli pronti all’uso per fare il bagnetto al tuo piccolo bimbo.

Leggi tutto

Condividici su:

Ecografo portatile: come si usa?

L’ecografo portatile è un dispositivo indispensabile per un medico che vuole offrire un servizio professionale ai propri pazienti. Si tratta di uno strumento che permette di eseguire diagnosi con l’uso delle immagini e che può essere impiegato in numerosi ambiti medici.

Uno degli usi più tradizionali è quello in campo ginecologico, ma può essere impiegato anche negli ambulatori per effettuare diagnosi in situazioni di emergenza.

Il suo impiego è dunque di fondamentale importanza. Scopriamo più in dettaglio a cosa serve e come si usa l’ecografo portatile.

Leggi tutto

Condividici su:

Calze compressive: a cosa servono?

I disturbi alle gambe sono molto frequenti e sono causati in particolare da problemi alle vene e alla circolazione. Non tutti sanno che in realtà questi disturbi sono tra i più antichi al mondo. Esistono reperti greci risalenti al V secolo a.C. che lo testimoniano così come nell’Antica Cina erano presenti numerosi rimedi per combattere e prevenire i disturbi alle gambe.

La ragione è semplice, fin da quando l’uomo ha iniziato ad assumere una posizione eretta, le vene delle gambe e le valvole interne non erano adatte a sopportare a lungo la pressione esercitata dal sangue. Oggi questi disturbi sono ancora molto frequenti, soprattutto tra le persone che stanno in piedi per molte ore al giorno. Fortunatamente possiamo contare su supporti validi nel trattamento dei problemi agli arti inferiori: le calze compressive.

Scopriamo insieme a cosa servono!

Leggi tutto

Condividici su:

Cosa sono e come si curano le piaghe da decubito

Le piaghe da decubito, anche definite ulcere da decubito, sono lesioni della pelle e dei tessuti, con evoluzione necrotica e che interessa l’epidermide, il derma e gli strati sottocutanei e, nei casi più gravi, la muscolatura e le ossa.

Queste lesioni si verificano nelle parti del corpo più a lungo soggette a pressione durante una permanenza a letto o in posizione seduta protratta per molto tempo. Infatti, i pazienti più a rischio sono quelli impossibilitati o limitati a muoversi in modo autonomo, perché costretti a letto o sulla sedia a rotelle.

Non a caso, questo genere di ulcere si manifestano nelle zone che il paziente tende a sovraccaricare maggiormente: la regione sacrale, la nuca e i talloni.

Scopriamo insieme come curare e prevenire le piaghe da decubito!

Leggi tutto

Condividici su:

Occhiali ingrandenti binoculari: a cosa servono

Gli occhiali ingrandenti binoculari sono uno strumento indispensabili per chi svolge la professione del dentista. Si tratta di un dispositivo a vantaggio dei pazienti poichè permette al dentista di osservare in modo accurato la cavità orale ed eseguire gli interventi in modo eccellente.

I sistemi di ingrandimento sono strumenti di cui un dentista non può più fare a meno se desidera eseguire prestazioni di alto livello qualitativo.

Scopriamo insieme a cosa servono e perchè sono così importanti.

Leggi tutto

Condividici su:

Materasso antidecubito ad aria: pro e contro

Esistono numerose tipologie di materassi antidecubito ciascuno con caratteristiche ben precise in grado di fornire il giusto supporto a pazienti allettati. Il loro obiettivo è quello di modificare la loro conformazione del materasso in base alla posizione del paziente cercando di ridurre lo stress a carico di particolari zone del corpo.

Oggi vogliamo parlarti dei materassi anti-decubito ad aria e aiutarti a comprendere i pro e i contro di questa particolare tipologia di dispositivo medico.

Buona lettura!

Leggi tutto

Condividici su:

Tutori funzionali per l’anca: i nostri consigli

Il tutore funzionale per l’anca è un valido alleato nel caso in cui un paziente presenti una particolare patologia a carico di questa fondamentale parte del corpo. Alcuni disturbi gravi richiedono una terapia piuttosto invasiva, ovvero l’intervento chirurgico. In altri casi si tratta di patologie come lussazioni e fratture, che richiedono la totale immobilizzazione dell’arto per poter guarire.

Grazie all’impiego di un ortesi per l’anca il paziente potrà gestire la fase di convalescenza e di riabilitazione in modo più sereno e con risultati immediati.

L’anca possiede una struttura molto particolare e per questo è necessario individuare il tutore più adatto, in grado di fornire il giusto supporto all’articolazione. In questo articolo vogliamo darti alcuni consigli per scegliere l’ortesi nel modo giusto.

Leggi tutto

Condividici su: